Bambini e bugie: come reagire?

Per un bambino raccontare le bugie può non essere insolito. L’atteggiamento del bambino che dice le bugie  non sempre rappresenta un problema serio anche se è importante capire come reagire alla situazione il che  può dipendere da molteplici fattori quali, ad esempio, l’età e il numero di volte che è successo.

L’età è un fattore importante.

In primo luogo occorre considerare l’età. Le bugie raccontate dai bambini al di sotto dei sei anni sono generalmente il frutto di fantasia ed il bimbo si diverte a inventarle. Con queste bugie il bambino libera  la propria creatività e difficilmente potremo riscontrare la precisa intenzione di nuocere a qualcuno. Non c’è nulla di cui preoccuparsi in questi casi piuttosto potrebbe essere utile portare l’attenzione sulle differenze intercorrenti tra verità e bugie.

Un bambino può mentire per vari motivi; gran parte delle bugie non  sono nient’altro che una “scusa” inventata per evitare la punizione o di dover fare qualche cosa. A questa età, è possibile dialogare coi vostri figli; insegnate loro l’importanza di essere sinceri e spigate che le bugie, a volte, possono ferire le  persone.

Nell’affrontare l’argomento è importante porre l’accento sul fatto che raccontare bugie non è un buon comportamento ma al contempo il fatto di farlo non implica necessariamente l’essere cattivi. E’ bene sapere che se il bambino pensa di essere cattivo, potrebbe essere portato a mentire per coprire dei cattivi comportamenti.

Un bambino in età compresa tra 6 e 12 anni può mentire  anche solo per uscire dai guai (per esempio potrebbe trovare una valida scusa per spiegare il proprio ritardo nel rientro a casa). Il bambino andrebbe ripreso solo quando si è certi della bugia; se lo si riprende senza motivo si potrebbe correre il rischio di perderne la fiducia. La migliore punizione per questa fascia di età è limitare o togliere temporaneamente gli svaghi abituali quali ad esempio TV o l’utilizzo di videogiochi.

L’ età che va dai 13 ai 18 anni può essere un’età difficile in quanto il ragazzo è alla ricerca della sua indipendenza. Le bugie sono spesso lo strumento atto ad ottenere maggiore libertà, ad esempio per andare di nascosto ad una festa. Anche in questi casi la prima cosa da fare è assicurarsi che stia effettivamente mentendo; lasciate  quindi che sappia che voi conoscete la verità e dategli successivamente l’opportunità di spiegare le proprie ragioni. Sarà opportuno, ricevute le dovute motivazioni, evidenziare quanto non possano essere accettati simili atteggiamenti: toglietegli il cellulare! E’ molto importante che comprenda il motivo della punizione e che capisca che la presa di posizione mira esclusivamente a far acquisire maggiore sicurezza e consapevolezza all’adolescente.

Frequenza e castigo

Vostro figlio potrebbe cominciare a mentire frequentemente se sottoposto a situazioni di stress o nel caso in cui stia cercando di destreggiarsi tra le esigenze di casa, scuola e vita sociale. Fategli notare che voi sapete che sta mentendo e cercate di capire se il solo fatto che voi sappiate sia sufficiente a riassestare la situazione. Aiutate i vostri figli ad affrontare loro ansie e paure affinché non sia necessario mentire; assicuratevi che sappiano che siete lì per aiutarli e sostenerli in tutto quello passano, in modo che non debbano pensare di mentire.. Se il problema non si risolve sarà necessario ricorrere ad una punizione appropriata, quale ad esempio il divieto di compiere le attività preferite di svago o di utilizzare ciò che preferiscono maggiormente ( ad esempio telefono, lettore mp3 etc.)

Quando c’è un problema

In alcuni casi, la menzogna di vostro figlio potrebbe essere l’indicatore di un problema più serio. Se il minore sta dicendo bugie e sembra non preoccuparsi dell’ influenza che queste hanno sugli altri, potrebbe essere necessario il consulto di un professionista per scoprire la causa di fondo della menzogna. Allo stesso modo una bugia detta con l’intenzione  di ferire gli altri o creare problemi può essere segno di un trauma più serio. Quando si vive in due case separate, il modo di reagire a questo tipo di situazioni dev’essere coerente  in entrambi i nuclei familiari. Ad esempio, se uno dei genitori lascia correre mentre l’altro cerca di correggere l’atteggiamento evidentemente i vostri figli riceveranno segnali discordanti.

Gli strumenti presenti in 2houses.com possono aiutare i genitori a confrontarsi e ad essere coerenti nell’educazione ad esempio in termini di punizione e di altri aspetti della vita di tutti i giorni. Possono inoltre aiutare a far smettere il vostro bambino di mentire sulla scuola, sulle feste, su dove si trovavano e qualunque altra bugia in quanto tutto potrà essere scritto facilmente condiviso e consultabile sul Calendario o sul vs. Diario famigliare.

Prova gratis 2houses

14 giorni di prova gratuita per una comunicazione "stress free" !

Iniziamo!

Accesso

Email o password invalide

Crea un account con il mio indirizzo email
per iniziare